187 Views

L’impegno va premiato! La gita degli Skorpioni all’Accademia di Judo di Torino. 

Uno slogan apparso poco tempo fa sugli autobus di Trieste riportava queste parole “Senza disciplina, il successo è impossibile.”

Il claim era accostato alla figura della più forte judoka friulana, e in verità per la sua categoria d’età del Mondo, Veronica Toniolo, in forza alla Società Ginnastica Triestina. A mio parere un esempio di dedizione, tenacia e determinazione.

Valori fondamentali per ogni judoka e persona, che cerchiamo di trasmettere in ogni istante ai nostri skorpioni!

Per questo motivo, venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 settembre, una selezione dei nostri pre-agonisti ha fatto visita agli amici di Accademia Torino, che ringraziamo profondamente per la disponibilità e l’affettuosa accoglienza.  Una trasferta organizzata come premio per riconoscere l’impegno e la costanza che questi ragazzi hanno riservato negli allenamenti, organizzati appositamente per loro appena è stato possibile farli in presenza (fino a oggi si sono interrotti solo nelle due settimane centrali di agosto).

Sono stati convocati Francesco Mazzon, Luca Modolo, Angelo Ragazzoni, Alessandro De Rosa, Luca Polesel, Tommaso Gini, Emma Iasevoli, Rachele Moruzzi, Leonardo Copat.

Anche Gianfranco Cimmarusti e Luca Brisotto sarebbero stati chiamati, ma non hanno potuto partecipare.

Importante nominare tutti, perché è da sottolineare il concetto che l’impegno e la costanza sono valori che allo Skorpion vengono riconosciuti e appena ve ne ha la possibilità, premiati!

La ratio con la quale abbiamo interpellato questi giovani, si basa sulla percentuale delle presenze, sulla valutazione dell’impegno durante le ore sul tatami, ma soprattutto considerando l’interesse palesato di volersi migliorare costantemente, svolgendo con dedizione anche allenamenti a casa.  Questo gruppo di Skorpioni ha dimostrato la volontà di rimanere al passo con l’allenamento anche quando la possibilità di allenarsi con i compagni è venuta a mancare!  (Genitori che ci portano in vacanza per lunghi periodi, difficoltà di trasporto.).

Lo Skorpion, tramite i suoi tecnici vuole comunicare la propria filosofia:

“Crediamo che i talenti nel senso sportivo del termine esistano, ma sono talmente rari che spesso una società non ne vede fiorire uno in tutta la sua storia.

Ci sono persone, però, che raggiungono comunque picchi di rendimento notevoli e che vanno sostenute. Non ci sono trucchi o scorciatoie per puntare in alto o diventare competitivi, esiste solo la progressività nel perseguire gli obbiettivi, la perseveranza e la costanza nell’affrontare il percorso di miglioramento determinato e l’impegno dedicato agli allenamenti. Quando tutti questi elementi si manifestano all’unisono, nei limiti delle possibilità personali, ognuno potrà avere grosse soddisfazioni.”

Noi ci auguriamo che i nostri giovani possano crescere con la cultura dell’impegno, essenziale in ogni campo della vita, così da trovare grandi soddisfazioni anche in ambito sportivo!

Ritorniamo ora alla trasferta torinese.

Due notti vissute “dormendo” sul prestigioso tatami torinese, consolidando un gruppo già forte e rodato! Ospiti della società guidata da Marco Caudana, Alessandro Bruyere, Francesco Bruyere, Fabrizio Chimento, che splendidamente ci hanno permesso di soggiornare nella loro sede per l’occasione.

Durante il giorno, si sono susseguite le lezioni di judo tenute dallo stesso Chimento e dai collaboratori di Accademia Torino, Andrea “Iron” Ferretti, Giulia Aragozzino, Micheal Raso, Davide Spicuglia.

Non si sono smentiti! Come al solito sono stati speciali nella didattica per i giovani atleti! Gli skorpioni sono stati rapiti dalle spiegazioni di questo fantastico team, e si sono impegnati al massimo! Per noi tecnici dello Skorpion è stato un immenso piacere sia per l’occasione formativa che per la sensazione di trovarsi in un posto dove si parla la stessa lingua (non per niente, da anni sono anche i tecnici dello Skorpion Stage).

Come si è svolta questa “gita”?

Venerdì, arrivo alle quattro del pomeriggio a Torino, accomodamento e allenamento alle cinque, a seguire gelato di recupero energie, poi cena in compagnia dei tecnici e nanna.

Sabato mattina, dopo un’abbondante colazione abbiamo svolto i due allenamenti programmati e ci siamo concessi una passeggiata per il centro della bella Torino.

Dopo un risveglio difficile la domenica, addolcito dalla colazione, ci siamo dedicati a un allenamento, interessante e intenso! Qualche foto di rito, i saluti, il rinnovo della nostra bella amicizia con i ragazzi torinesi… e la promessa di rivederci presto, siamo saliti soddisfatti sul furgone che ci ha riaccompagnato a Pordenone!

Di nuovo ringraziamo la società Accademia Torino, che ci ha ospitato. I ragazzi sono partiti pieni di elettricità, e sono tornati carichi di esperienza e buon judo!

Ah, già, IL FURGONE!!!

Lo Skorpion ha un sogno: una grande squadra di Skorpioni super impegnata, pronta a trasferte e a seguire con dedizione speciali workshop. Per questo motivo il direttivo si è impegnato nell’acquisto di un furgone, che proprio in questa occasione, ha compiuto i suoi primi 1000 chilometri!

 

Report di Daniele Blancuzzi